Calcolo del bollo, la tassa automobilistica italiana

Il calcolo del bollo dell’auto è un’esigenza comune a tutte le persone che possiedono una vettura: fino a pochi anni fa, infatti, il bollo era una tassa sulla circolazione, di conseguenza doveva essere esibito in qualsiasi tipo di controllo stradale, oggi è invece una tassa legata alla proprietà del mezzo, dunque non vi è alcun obbligo di portare in auto la relativa ricevuta di pagamento.

Grazie agli strumenti oggi disponibili sul web gratuitamente fruibili, in primis quelli ufficiali presenti sul sito dell’ACI (Automobile Club d’Italia) e dell’Agenzia delle Entrate, il calcolo dell'imposta è molto semplice ed agevole, e può essere effettuato in diversi modi.

Il metodo più semplice per calcolare il bollo è quello che si effettua inserendo semplicemente il numero di targa della vettura: in questo caso, il sistema elabora automaticamente tutti i dati del mezzo, fornendo così all’utente l’importo da pagare.

Altrimenti, il calcolo del bollo può essere effettuato inserendo manualmente tutti i dati del veicolo, ovvero categoria, regione di residenza, mese e anno di scadenza, targa ed eventuale codice di riduzione.

La regione di residenza è un dato importante in quanto per determinate regioni, appunto, sono previste delle modalità di calcolo particolari.